Casa del 2019? Ecco come è

di Valentina Cervelli Commenta

La casa del 2019? Un’abitazione senza dubbio costruita a misura d’uomo in base alle sue esigenze ed a contatto con la natura: sono queste le principali caratteristiche della casa di tendenza in questo momento.

Tutti “suggerimenti” nati in base a ciò che il Salone del Mobile è stato in grado di offrire in questa sua ultima edizione, la quale ha espresso con molto vigore proprio l’uomo al centro della progettazione interna della sua abitazione. Ecco quindi che il mobilio ed in generale l’arredamento della casa devono essere il più versatili possibile al fine di soddisfare le esigenze di coloro che li useranno. Ovviamente l’estetica non viene del tutto dimenticata, ma diventa un accessorio e non più la parte centrale.

Il verde, sotto ogni sua sfumatura ideale e reale è il colore/concetto che spicca più di tutti. La casa del 2019 deve essere sostenibile da un punto di vista ambientale e dare spazio a piante al suo interno, sia nella classica “forma” di contenimento del vaso, sia approfittando di tutti quegli approcci moderni che le vedono diventare parte di decorazione muraria o addirittura pensili. E se proprio questo non è possibile, la carta da parati o le pareti devono riportare temi floreali.

Anche l’illuminazione nel 2019 ha subito un “cambiamento” che punta al naturale anche in questo caso. Nel corso di Euroluce infatti è stato possibile notare come gli architetti ed i designer stiano puntando ogni loro sforzo per rendere più imponente la presenza della luce naturale all’interno della casa, cercando di non “dipendere” se possibile, troppo dall’energia elettrica. Anche in questo caso si punta alla versatilità più che all’estetica rendendo la luce stessa un elemento “decorativo” piuttosto che il suo supporto che rispetto al passato è diventato più personalizzabile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>