Tendenze arredamento 2019: cosa ci aspetterà?

di Valentina Cervelli Commenta

Cosa ci aspetterà in materia di arredamento nel 2019? Già ora si vanno delineando le nuove tendenze nel mercato e va detto che non ci si allontana molto da quello che è stato possibile sperimentare negli ultimi anni. Forse perché almeno nell’arredo vi è la ricerca di realtà solide ed affidabili.

Qualcosa che rappresenta la vera novità, tra le tendenze del 2019, è la stampa in 3D: questa tecnologia non solo ha catturato l’attenzione delle persone e degli appassionati ma ha mostrato di riuscire ad offrire dei complementi d’arredo molto validi dal punto di vista estetico. Ecco quindi che il prossimo anno nelle case sarà possibile inserire vasi in 3D ma anche sedie e tavoli ad esempio, caratterizzati tutti da una massima capacità di personalizzazione.

L’aspetto green dell’arredamento è un’altra tendenza che questo settore, fortunatamente, sta mantenendo come trend proprio da qualche anno: via libera a riciclo, case organiche e zero sprechi insieme a soluzioni multifunzione che possono aiutare a vivere meglio anche spazi ristretti e non molto comodi. Il tutto senza rinunciare al design, anzi.

Il vintage, che tanto ha conquistato in questo 2018, continuerà ad avere fortuna nel 2019: in particolare grazie al velluto ed al rame che si sono dimostrati essere più funzionali ed attraenti di quanto si potesse pensare. Insieme a loro il prossimo anno tornerà in auge in modo preponderante anche la ceramica.  Dopo averci “abbandonato” per quasi un anno in alcune zone ed essere stato considerato “troppo” negli ultimi anni, anche il rosso farà il suo ritorno in modo importante, forse al livello di ciò che successe negli anni 80. Esso sarà accompagnato da verde-blu e da importanti palette di colori naturali.

Via libera anche alle cucine total black ed all’utilizzo, equilibrato, del marmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>