Bibliochaise, o dello stare comodamente seduti sui libri

di PieraLombardi Commenta

Bibliochaise, ormai un grande classico del design, è la sintesi perfetta tra poltrona e libreria… davvero a portata di mano, anzi di braccio, l’ideale, per chi voglia stare su una seduta come su un trono e ami i libri a tal punto da volerne essere circondato. Prodotta interamente in Italia, è stata realizzata dallo studio milanese Nobody & co., la Bibliochaise è una soluzione salvaspazio e per di più itinerante. Scopriamo perché…

 

 

 

Un cubo ‘magico’ con delle fessure tutto intorno dove poter mettere libri. Questo è Bibliochaise. Forma lineare e struttura compatta,  è strabiliante poltrona da lettura capace di contenere circa 300 libri. Se vi pare cosa da poco…

 

Si legge sul sito dello studio milanese Nobody & co. che l’ha ideata:

Essere seduti e vivere in mezzo ai propri libri preferiti è come essere seduti al centro di se stessi, della propria mente, ogni libro letto diventa parte di se e di chi siamo. Il concetto visivo di questa sensazione ha fatto nascere il nostro primo schizzo della Bibliochaise nel 1998. Presentata nel 2006 a Pitti Living in zona Tortona durante il Fuorisalone. Da allora è entrata in alcune delle case più belle del mondo.

 

 

Ma le sorprese della Bibliochaise, che contiene cinque metri lineari di libri, non sono finite: è montata su ruote così da essere trasportabile in vari ambienti.

 

 

Bibliochaise è disponibile in 3 versioni: Home, Glossy e Plus, dalle finiture bianco e nero laccato o opaco, e nella versione plus nella finitura rovere tinto wengé.

 

La  Bibliochaise ora è anche gold, si tratta di un’edizione speciale in rovere e foglia d’oro 24k.

 

 

 

Di unico questa poltrona ha che sa essere informale quanto ‘istituzionale’ al punto da adattarsi a stare negli appartamenti come nei luoghi pubblici, a cominciare da biblioteche o sale di lettura.

 

 

Pensate che per il cuscino sfoderabile, in cotone, pelle o cuoio, c’è la possibilità di scegliere tra 100 toni di colori diversi.

 

A seconda delle quantità dei libri che si inseriscono nelle fessure e del loro formato, cambia completamente l’effetto visivo della poltrona. Insomma una seduta che dura nel tempo e cambia a seconda delle nostre scelte di lettura.

 

 

 

 

Fonte e foto nobodyandco.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>