Mobili Kalon Studios, la nuova serie di arredi

di Sara Commenta

Kalon Studios è un marchio ben noto per la sua proposta di arredamento per le camerette dei bambini in stile minimale, oggi espande la sua proposta creando una linea completa di arredi e accessori per la casa.

Il marchio, con base a Los Angeles e in Germania, mantiene inalterate le sue caratteristiche di essenzialità ed eleganza ricercata ma fondata su presupposti stilistici semplici, lineari, volutamente minimali.

Di più: tutte le sue linee, così come le proposte per bambini lo sono state finora, sono sostenibili e atossiche. Così si rispetta l’ambiente oltre a fornire arredamento e complementi che rendono gli ambienti di casa più salutari e vivibili per tutti gli abitanti.

Le nuove serie proposte sono 4, una delle quali composta esclusivamente da speciali letti eco-friendly. Il Kalon Organic Bed è naturale al 100% e dotato di un materasso organico con cuscino abbinato, entrambi nati per offrire il massimo comfort al riposo in totale sicurezza.

La Simple Collection, come svela già il suo nome, punta su elementi essenziali per arredare la camera da letto con elementi realizzati principalemente in legno di frassino e ottone. Questa collezione si ispira ai principi giapponesi Shibui e si compone di 4 pezzi: una struttura letto, una cassettiera, uno specchio e un comodino.

La Isometric Collection ruota intorno all’omonimo tavolo completo di sedie abbinate in stile originale e moderno, con un tocco retro ma un profondo radicamente nella contemporaneità grazie a linee essenziali create con un abile lavoro artigianale.

La Coyote Collection è composta infine da piccoli oggetti in pelle e legno nati per la vita moderna. Ci sono vassoi, sgabelli, persino un set per la rasatura. Gli elementi in legno sono in noce o in frassino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>