Una casa rosa in stile anni ’50, femminile e romantica

di Gianni Puglisi 3

Fragole e panna, amarene e yogurt: il rosa è un colore che adoro. Un frappè alla fragola è qualcosa a cui difficilmente si resiste  e lo stesso vale per quelle meravigliose chewing-gum rosa che invitano a fare i palloncini, insomma un vero antidoto contro la noia e il malumore. Il rosa, colore femminile per eccellenza, ha un’anima romantica irresistibilmente vintage in grado di dare alla casa un fascino Fifties che io trovo molto chic. E delle donne il rosa ha tutto il carattere: delicato, vagamente naif, si ottiene schiarendo il rosso con una generosa dose di bianco, la passione e l’aggressività si smorzano per fare spazio a una tinta che sa di candore e purezza. Non a caso gli inguaribili romantici vedono la vie en rose, per dirla con Edith Piaf. E se con le mie parole non vi ho convinto, date un’occhiata alla nostra gallery per scoprire quanto fascino c’è nel rosa e nelle sue gradazioni, che rilassano e ammansiscono e per questo si sono meritate un posto di tutto rispetto tra le nuances più cool dell’arredamento, e non solo della camera da letto.

Quanto alle gradazioni del rosa, la scrittrice Barbara Cartland lo amava saturo e zuccheroso mentre la stilista Elsa Schiaparelli ne firmò nel 1936 la versione shocking, in assoluto la mia preferita. Polverosa e vagamente vintage la variante che va più di moda questa estate. E’ il rosa delle Pink Ladies di Grease, della Cadillac di Elvis ma anche il segno distintivo delle housewifes anni Cinquanta che vestivano colori pastello nelle loro impeccabili case. Si può abbinare con il grigio e con il nero per alleggerirne l’anima frivola, oppure si può giocare con il bianco panna o il legno per un effetto altrettanto sofisticato ma giovane e fresco.  

Tra gli oggetti in rosa must have io metterei al primo posto la lavabiancheria Smeg con lavello incorporato, della collezione Smeg 50’s Style. Un vero capolavoro di design in cui il lavello crea un corpo unico con la lavabiancheria. Il massimo della tecnologia e il massimo del vintage, disponibile anche in azzurro pallido.

In cucina non possono mancare la casseruola fuxia e la crepière rosa Hello Kitty per Pedrini da abbinare alle stoviglie da tavola rosa acceso della linea Melamina Matilda oppure a quelle rosa antico, di maiolica con decori barocchi della linea New Tissage, entrambe di Zara Home.

E se invece avete un animo moderno ma ultrafemminile potete scegliere la cucina Lucy di Lube, con le caratteristiche ante in vetro che danno grande luminosità e arredano con eleganza. Di che colore? Rosa ovviamente!

Photo Credit| Zarahome, Lube, Smeg50style, Pedrini

Commenti (3)

  1. Sono ossessionata dal rosa e non posso che condividere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>