Scegliere le porte di casa con stile e funzionalità

di Gianni Puglisi 4

Quando progettate la vostra casa, la prima cosa da tenere bene in considerazione sono le componenti architettoniche già presenti nelle stanze, come le porte e le finestre o le pareti divisorie, per comprendere come occorre eventualmente modificarle e valorizzarle. E a questo proposito le porte sono elementi di base per la definizione degli spazi interni ed esterni. Ma come orientarsi all’interno delle numerose offerte che ci sono sul mercato? Innanzitutto occorre fare una scelta di stile: adattate il materiale prevalente delle porte (legno, vetro ecc…) allo stile della vostra casa. Lo stesso dicasi per i colori. Prediligete il legno scuro per case in stile rustico, se invece la vostra casa è moderna potete osare con i colori e i materiali.

La porta di casa è la prima cosa visibile di ogni ambiente, quindi va scelta con cura in modo da adattarsi all’estetica degli ambienti e non opprimerli, ma al contrario esaltarne l’ariosità. Inoltre in casa, a meno che non si tratti di un loft,  abbiamo un numero spesso molto elevato di porte che da sole riescono ad isolare interi vani, come i corridoi, o che fungono da collegamento a stanze diverse. Ecco perchè la scelta del modello e del colore delle porte può rivelarsi essenziale nella definizione dello stile proprio della casa. Le porte a battente tradizionale si possono sdoppiare in porte a due battenti separati. Se per esempio decidete di tenere i battenti aperti al massimo, potrete praticamente fondere due spazi diversi, altrimenti preferite il battente singolo se desiderate tenere gli ambienti ben separati tra di loro.

Siccome il problema più grande è quello dello spazio, oggi esistono alternative interessanti per chi desideri guadagnare spazio, eliminando il problema del retro porta, un angolo che quasi sempre resta inutilizzabile. A questo scopo servono le porte a scorrimento, sia esterno sia interno (note anche come porte “a scrigno”), che evitano di impegnare metri quadrati per la corsa della porta stessa. Basterà creare un vano invisibile nel muro e la porta, con un semplice gesto, scomparirà alla vista.

Tra le proposte più interessanti, per quanto riguarda cura dei particolari e funzionalità, possiamo ricordare le porte Garofoli. Numerose le collezioni disponibili, varie sia per materiali che per stili. Per un arredamento classico Garofoli propone le collezioni 110 e lode e Classica. Per case dallo stile più moderno o che hanno un tocco un po’ più deciso di design, l’ideale sono le collezioni Gavisio, Io e Pangea. Nella nostra gallery poete vedere qualche immagine che può guidarvi nell’acquisto. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito dell’azienda Garofoli, in cui è possibile sfogliare l’intera collezione delle porte e personalizzarle per colore e materiale. 

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>