Arredare con le uova di Pasqua

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare con le uova di pasqua (non di cioccolata, N.d.R.) è il modo più semplice e diretto di adattare la propria casa alla suddetta celebrazione. Tutto quel che bisogna fare per ottenere un buon risultato è organizzarsi.

Partendo dal tipo di uova da utilizzare. C’è chi punta al naturale, facendo bollire le uova in modo poi da decorarle con coloranti alimentari ed eventualmente consumarle e c’è chi invece, per risparmiare ed avvantaggiarsi sugli anni successivi le compra di legno per colorarle e poi riutilizzarle ogni volta che ne ha bisogno. Quando si parla di organizzazione, essa non deve essere relativa solo all’acquisto delle uova di per se stesse ma anche al loro posizionamento.

Prima di tutto è  importante capire quanto spazio esse dovranno prendere: vi è ovviamente differenza tra il decorare i mobili sfruttando le mensole e creare dei veri e propri cestini. Cercando di lavorare in modo corretto sugli spazi, senza esagerare, si possono fare entrambe le cose. L’importante è trovare il giusto equilibrio estetico tra quello che è lo stile della propria casa e la presenza di questo tipo di decorazione. Un esempio? In una casa moderna, a prescindere dal colore e dallo stile specifico usato delle uova raccolte in piccole composizioni o adagiate singolarmente risultano essere più ideali dei cestini con tanto di fiocco sul manico che a prescindere dalle dimensioni sono perfetti per una casa rustica.

Il consiglio, a meno che non si abbiano dei bambini da intrattenere è quello di puntare su delle uova di legno riutilizzabili, da personalizzare a piacimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>