Arredare il bagno: quali materiali scegliere

di Valentina Cervelli Commenta

Quali materiali scegliere per arredare il bagno? Partendo dal presupposto che nella quasi totalità dei casi per questo vano il gusto personale può essere sempre vincitore, avere l’accortezza di selezionare i mobili giusti può dar modo di ottener una stanza di servizio ben organizzata e dall’estetica piacevole.

Budget e gusto sono elementi importanti

Il primo consiglio, a prescindere dal budget a disposizione, è quello di puntare sempre a prodotti che siano di ottima qualità, in modo tale che possano resistere nel tempo. Una scelta che deve fare i conti anche con la necessità di trovare delle soluzioni il più possibile funzionali, soprattutto se il bagno non può contare su una metratura molto ampia.

Scegliendo il materiale giusto, va sottolineato, è possibile spesso riuscire ad arredare al top a prescindere dalla grandezza e, va detto, anche dal gusto. Se si è indecisi, un viaggio presso i negozi di arredo bagno che si occupano anche della vendita di sanitari potrebbe risultare risolutivo per sanare i dubbi relativi ai mobili da inserire: nei punti vendita specializzati, tra le altre cose, è possibile anche avvalersi dell’aiuto di personale esperto capace, in base alle misure, di suggerire la soluzione migliore.

Quel che bisogna comprendere è che visitare i negozi fisici, quando è permesso, consentono di poter “toccare con mano” i materiali e verificare quali possano adattarsi meglio al proprio bagno.

Quali materiali scegliere per il bagno

Quando si parla di materiali per l’arredo bagno sono moltissimi gli ambiti da tenere “sotto controllo“. A partire dai sanitari fino ad arrivare alla rubinetteria: spesso scelte differenti portano a esiti completamente opposti. Di solito i materiali più usati per i mobili del bagno sono il laminato e legno.

Negli ultimi tempi però a farla sempre di più da padrona è l’acciaio, spesso scelto da chi apprezza gli stili essenziali e la linearità: in questo caso è bene essere subito consci del fatto che la manutenzione dovrà esserci ed essere costante. Più classico e senza tempo è il legno, che consente di dare spazio a una sensazione di comfort e calore.

Importantissimo è il piatto doccia quando si selezionano i materiali d’arredo: è forse uno degli elementi per il quale è disponibile il maggior numero di opzioni.  Le principali sono ceramica, la resina e l’acrilico.

L’acrilico deve essere scelto se si ha il bisogno di realizzare dei piatti doccia su misura: la motivazione? La sua facilità di taglio, senza contare che è leggero, antiscivolo e grazie allo spessore ridotto può essere installato anche a filo pavimento. La ceramica è perfetta per la sua resistenza e la sua capacità di sopportare meglio le escursioni termiche mentre la resina è la scelta d’elezione se si vuole giocare su colore e finiture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>