Traslocare d’estate: come gestire i mobili e gli oggetti

di Valentina Cervelli Commenta

Traslocare d’estate è essenzialmente gettare le basi per un viaggio all’inferno: se si ha la necessità di agire in questo periodo è bene organizzarsi sotto ogni punto di vista, soprattutto nello gestire i mobili e gli oggetti da spostare.

Il consiglio? Affidarsi ad una seria ditta di traslochi, abituata ed allenata a lavorare in ogni tipo di condizione e seguendo determinate regole molto semplici. Se invece si punta al fai da te, meglio partire da un presupposto: servono tante scatole e senza dubbio molte di più di quelle di cui si pensa di avere bisogno. E’ un dato di fatto che la casa, nel momento in cui la si svuota è in grado di ritirare fuori, come un mago dal cappello, tutte le cose che erroneamente si pensava di non possedere.

Importante anche prendere le dosi adeguate di scotch da pacchi e normale, targhette adesive e pennarelli per scrivere sulle scatole e sugli imballaggi. Il punto è uno solo: è necessaria organizzazione, sia che si parli di accessori e soprammobili, sia che si prendano in considerazione i mobili stessi. Le ultime cose che andranno inscatolate o chiuse sono quelle di cui si ha necessità di usufrutto ogni giorno. Assegnare colori diversi ad ogni stanza aiuterà e molto la gestione del tutto.

Quando si esegue un trasloco, il decluttering è gioco forza: non abbiate paura di liberarvi di tutte quelle cose nuove di cui in realtà in casa nuova non avrete bisogno. Questo è valido anche per il mobilio: è bene tenere ciò che si è certi possa servire e magari vendere o donare quelli che sono gli oggetti superflui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>