Eco-cooler, il condizionatore fai da te senza fili

di PieraLombardi 1

Aria condizionata fai da te, senza fili, senza elettricità, praticamente a costo zero e con riciclo di tanta plastica, bottiglie visto che sono gli ingredienti fondamentali per realizzare questo capolavoro d’ingegno, l’Eco-cooler,  il condizionatore ecologico. L’idea è stata di alcuni dipendenti della società Gramel Intel con sede a Dacca in Bangladesh, che si occupa di progetti sociali e fornisce soluzioni alle comunità rurali a problemi quali le temperature estive che nei villaggi con baracche in lamiera raggiungono livelli proibitivi.

 

Eco cooler

 

 

La maggior parte delle case rurali in Bangladesh sono baracche di latta che si infuocano visto che in estate la temperatura rilevata è di oltre 45 gradi rendendo insopportabile la vita della popolazione. I dipendenti volontari della Grameen- Intel società che realizza progetti sociali, hanno collaborato con l’azienda Grey per risolvere il problema. L’idea geniale è stata di creare con bottiglie di plastica eco dispositivi per raffreddare l’aria senza elettricità.

 

Eco-cooler

 

 

Per affrontare la questione si legge sul sito della società –  Grey  Dhaka ha collaborato con volontari provenienti da Grameen Intel Social Business Ltd per creare l’Eco-Cooler – primo impianto  in assoluto di raffreddamento dell’aria al mondo con zero energia elettrica che utilizza bottiglie di plastica riciclate e tagliate a metà e messe in una griglia, in accordo con le dimensioni delle finestre. Sulla base della direzione del vento e della pressione del flusso d’aria, la Eco-Cooler riesce a diminuire la temperatura in baracche di latta fino a 5 ° C.

Forse vi pare poco rispetto alla gettata dei condizionatori del nostro mondo occidentale, dannosi e ad alto dispendio energetico, eppure già 5 gradi in meno nelle baracche equivalgono a gran sollievo e vivibilità ritrovata nei lunghi mesi estivi, per milioni di bengalesi.

Speriamo sinceramente che questo sforzo volontario farà la differenza nelle loro vite, ha detto Abdullah Al Mamun, vicedirettore generale di Intel Grameeen Social Business Ltd.

 

 

Eco-Coolers-bangladesh

 

L’invenzione si è tramuta in un progetto free senza diritti d’autore, grazie alla creazione di un sito web da cui è possibile scaricare gratuitamente le informazioni per auto-fabbricarsi in casa ilcondizionatore ecologico.

Potremmo provare a realizzarlo in poche mosse e con po’ di buona volontà: basta prendere un pezzo di legno o di compensato delle stesse dimensioni delle finestre della propria abitazione e delle bottiglie di plastica usate a cui tagliare il fondo. Le tavole vanno forate in maniera da inserire i colli delle bottiglie nelle aperture rivolti verso l’interno dell’abitazione.

Il sistema ecologico funziona seguendo lo stesso principio con cui cambia la temperatura dell’aria quando la soffiamo con la bocca  aperta (aria calda) o semichiusa (aria più fredda). Le bottiglie posizionate in questa ‘gabbia’ agiscono allo stesso modo:  l’estremità più ampia prende l’aria calda esterna e la variazione di pressione nel passaggio attraverso il collo raffresca l’aria. Proviamo?

 

 

 

Fonte grey.com e eco-cooler

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>