Stile e personalità: scandinavo, classico ed etnico

di Valentina Cervelli Commenta

Stile e personalità hanno un collegamento diretto? Secondo alcuni vi sarebbe addirittura con i segni zodiacali. La verità è che vi sono alcuni aspetti dei maggiori stili d’arredamento diffusi generalmente che hanno la capacità di attrarre in base alle sensazioni che evocano.

E di conseguenza chi ne è alla ricerca ne sarà irrimediabilmente conquistato.  Prendiamo lo stile classico: esso è legato all’idea del comfort e dell’eleganza ed è particolarmente amato da chi possiede un gusto raffinato e ama l’unione tra la tradizione e l’attenzione ai dettagli. In questo approccio all’arredamento si prediligono linee sobrie ma eleganti impreziosite di accessori lussuosi. Si tratta di uno stile che esprime relax e comodità senza rinunciare all’eleganza. Via libera quindi a chaise longue, tessuti morbidi ed opere d’arte. E perché no, anche candele profumate.

Differente è la persona che è attratta dallo stile scandinavo, dove semplicità e giochi di spazi e luci sono ciò che si cerca di più. Esso è espressione di creatività ed allegra dove simmetrie e contrasti si rincorrono, unendo l’amore per le superfici lucide ai colori chiari ed all’utilizzo del legno. Una casa arredata in stile scandinavo è calda e tradizionale e come la persona che lo predilige aperta ad accogliere gli amici.

Lo stile etnico esprime voglia di vivere, di approcciarsi alla  vita con gioia ed entusiasmo e di sicuro attrarrà chi ama spazi grandi e colori caldi. L’arredamento di questa tipologia è adatto alle persone stravaganti, dalla personalità audace e divertente. Di certo a livello di mobilio si traduce spesso in pezzi unici che rendono la casa forse un po’ caotica se ci si lascia prendere la mano ma pronta alla condivisione con il mondo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>