Riciclo intelligente: come usare oggetti di recupero

di Valentina Cervelli Commenta

Tutti dovrebbero darsi al riciclo intelligente nel momento in cui prendono in considerazione l’idea di arredare la propria casa cercando di portare una ventata di novità nella stessa. E come incominciare se non partendo da robivecchi o mercatini dell’usato che contengono davvero tutto quello che si potrebbe desiderare e ancora di più?

Dare nuova vita a mobili e accessori

Non è difficile dare un seconda vita a mobili ed accessori usati o ancora ad elementi che si pensa di gettare e che non sono mai stati presi in considerazione come complementi d’arredo. Ovviamente nel momento in cui si decide di optare per una cosa del genere è importante scegliere qualcosa che abbia a che fare, almeno lontanamente con lo stile della propria casa o che si possa adattare in tal senso.  Questo approccio è di stampo green e rende possibile risparmiare sia a livello di costi che di tempistiche di consegna.

Come è possibile? Basta chiedere a qualche parente di poter visitare una cantina, o recarsi ad un mercatino e portare a casa il pezzo che più si ritiene adatto da inserire. Non importa che si tratti di cornici o di un mobiletto da poter sistemare o utilizzare: tutto può essere portato a una nuova vita, soprattutto quando si tratta di arredamento.

Un esempio pratico? Le mensole: esse possono diventare degli ottimi fermalibri mentre se si ha la capacità di levigarle e sistemare le radici degli alberi esse possono essere usate, insieme alle colonne, come gambe dei tavoli. La cultura del riciclo si basa essenzialmente sul detto: ti piace? Portalo a casa.

Basta fantasia e voglia di recuperare

Detto ciò, altri oggetti che possono essere utilizzati per arredare casa sono finestre e persiane che possono essere utilizzate come cornici o paraventi che possono aiutare a creare divisioni di altri tempi, mentre bancali possono essere riciclati per creare delle librerie di diverso stile.  Appendiabiti possono essere ricavati da scale a pioli e bidoni di ogni tipologia possono diventare vasi. C’è davvero l’imbarazzo della scelta, anche per ciò che concerne l’esterno dove in giardino un grande pneumatico può diventare una bordure per l’aiuola.

Essenzialmente quel che serve è un po’ di fantasia e tanta voglia di non buttare qualcosa che può essere portato a nuova vita. Non bisogna avere paura di riciclare qualcosa di vecchio che qualcuno stava buttando per ridipingerlo o laccarlo. Quello che può non andar ben per qualcuno può trasformarsi in tesoro per qualcun altro. Soprattutto per ciò che concerne il campo dell’arredamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>