Piscina a strapiombo: bellezza per tutti?

di Valentina Cervelli Commenta

La piscina a strapiombo è un bene per tutti? Le immagini mozzafiato che spesso arrivano da questo tipo di struttura fanno pensare immediatamente al lusso ed all’inarrivabilità della costruzione. La realtà dei fatti è però diversa. Non sono le possibilità economiche a mancare quanto logisticamente gli spazi giusti.

Le piscine a strapiombo hanno in effetti bisogno proprio di quell’essere pensile che molti terreni non possiedono come caratteristica. Ricreare l’effetto, quasi mai conveniente in un contesto urbano, diventa quindi un qualcosa di difficile da ottenere senza spendere ulteriori risorse per creare artificialmente lo strapiombo. Se vi sono al contrario le basi fisiche per crearla è importante comprendere che alla fine, questo tipo di piscina non ha nulla di diverso da una qualsiasi altra simile costruzione posta su un piano. Vi è comunque bisogno di una vasca di base, di filtri e di un’ottima manutenzione al fine di mantenere l’acqua pulita ed i filtri ben funzionanti.

Esse vengono anche chiamate infinity pool per la tipologia di effetto ottico che regalano. Va sottolineato: scegliere questo tipo di piscina porta ad un approccio estetico molto differente da quella di una regolare vasca. Ed è per questo che è difficile incontrarle in normali ville ma sembrano fare parte di tantissimi alberghi stellati e abitazioni di vip disparati. Questo non significa, è importante ripeterlo, che non si possa costruire una piscina a strapiombo in altri contesti. Quel che è importante fare è evitare il fai da te, affidandosi ad esperti sia per il progetto iniziale, sia per ciò che concerne la messa in opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>