Casa Casuarina a Miami, lo stile

di Valentina Cervelli Commenta

Casa Casuarina a Miami è ancora conosciuta dai più come Casa Versace, sebbene il complesso non appartenga più alla famosa famiglia da tempo. E quella che era una stupenda villa che vide la morte dello stilista Gianni Versace, appena all’esterno del cancello, è ora un albergo di lusso interessante dal punto di vista stilistico.

Dal punto di vista tecnico la villa, fu costruita negli anni 30, in stile Mediterranean Revival dall’architetto e filantropo Alden Freeman: l’uomo aveva preso a man bassa ispirazione dall’Alcazar de Colon, fatta costruire nel 1510 a Santo Domingo dal figlio di Cristoforo Colombo. Un vero e proprio rifacimento e tributo che aveva visto questa villa essere pensata e costruita per essere un qualcosa in grado di farsi notare per l’impatto estetico pur rimanendo in qualche modo semplice nella sua imponenza.

Gianni Versace l’acquistò per circa 3 milioni di dollari e ve ne spese sopra circa 30 per arricchirla a suo gusto con mosaici, statue e mobilio stupefacente: uno stile chic e barocco per certi versi e completamente “Versace” per altri. Non è un mistero che lo stilista abbia voluto decorare Casa Casuarina a suo piacimento ed ampliarla aggiungendo un’ala, un garage, una piscina, allargando il giardino fino ad arrivare ad un totale di 2000 mq, ha 10 camere, 11 bagni e un   cortile interno davvero maestoso.

Al momento Casa Casuarina, come anticipato, è una boutique/hotel di lusso in grado di prosperare in una Miami che la lega ancora indissolubilmente alla morte dello stilista per mano di Andrew Cunanan: chissà che in futuro possa passare ancora di mano e cambiare stile, rispetto a quello mantenuto tuttora al suo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>