Ecomalta, un materiale d’arredo speciale

di Valentina Cervelli Commenta

Tra i materiali che non bisognerebbe ignorare quando si decide di ristrutturare o arredare un’abitazione vi è l’ecomalta: essa rappresenta un modo di rivestire molto originale ed innovativo. Scopriamone insieme di più.

E’ importante sottolineare, per prima cosa, che si tratta di un materiale ormai usato sia nell’edilizia che dagli esperti di interior design e non solo per la realizzazione di pavimenti continui. Sempre di più negli ultimi tempi è stato utilizzato nella realizzazione di superfici d’arredamento come ante, piani di tavoli e molto altro. Questa tendenza, iniziata qualche anno fa, deve il suo diffondersi grazie all’amore che in molti hanno espresso nei confronti dello stile industriale, il quale ha spinto molto l’ecomalta come materiale da utilizzare.

In particolare per i pensili dell’abitazione, dove la stessa può essere accompagnata al legno, più o meno lavorato o recuperato. Una delle caratteristiche migliori dell’ecomalta è senza dubbio la continuità: è proprio la sua composizione che rende possibile con il giusto metodo di applicazione, ottenere delle superfici prive di fughe e giunzioni, riuscendo a ricoprire totalmente qualsiasi superficie lineare o curva. Grazie a ciò il mobile appare omogeneo e diventa impermeabile e facilmente lavabile.

Curiosità: come materiale l’ecomalta è in pratica il prodotto derivante dal riciclo di inerti e dopo aver conquistato con la sua malleabilità ambienti come il bagno e la cucina si sta man mano trasformando in uno strumento atto a creare soluzioni in stile industriale anche all’interno della zona living. Grandiosità e sostenibilità in un’unica e semplice soluzione adatta davvero a tutte le case.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>