Arredamento stile industriale, minimal ma ricercato

di Valentina Cervelli Commenta

Come ricostruire uno stile industriale nella propria abitazione senza troppo sforzo? Non ci vuole molto: basta puntare su uno approccio minimal che inserisca elementi vintage per dare quella sfumatura di ricercato che sia in grado di “riempire” lo spazio senza affollarlo.

Si deve puntare ad una sorta di stile Factory (sebbene si adatti di più ad ambienti di grandi dimensioni) che sia in grado di avere una personalità propria senza apparire pacchiano ma al contrario avere quell’eleganza data dall’unicità dei suoi elementi. Gli spazi devono raccontare una loro storia. Ecco quindi che gli appendiabiti devono essere minimal e mai barocchi, i mobili in legno devono avere quel tocco vissuto ma che non punti ad una sfarzosità inutile.

In particolare, se si vuole ricreare uno stile industriale valido e elegante bisogna puntare al metallo invecchiato, in ogni contesto ed in qualsiasi stanza: esso si sposa perfettamente sia con i muri lasciati appositamente grezzi, sia con il caro mattonato tipico dei grandi loft newyorkesi. Bisogna comprendere che la maggiore importanza deve essere data ai dettagli perché sono sempre loro a fare la differenza, soprattutto quando si punta a recuperare sia le strutture che il mobilio da inserire nelle stesse. Ed il gioco tra legno grezzo e metallo è uno dei più azzeccati per ricreare lo stile industriale, puntando ad un effetto invecchiato, insieme al recupero di elementi usati in contesti di fabbrica e riadattati ad essere usati in un’abitazione.

 

Quello che è importante ad ogni modo ricordare è che il “troppo” non è mai una cosa buona: è bene puntare su un solo filone e rimanere concentrati sullo stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>