Come arredare la camera del neonato

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare la camera del neonato non è sempre così facile come possa sembrare a un occhio disattento: pensare all’acquisto dei mobili giusti, in grado di accompagnare il bambino non solo in questa breve parte della sua vita, non segue sempre un ragionamento scontato. Vediamo insieme come regolarci.

Pensare allo sviluppo del bambino nella scelta

La prima cosa che bisogna fare quando si pianifica l’arredamento della camera di un neonato è quella di ragionare “a lungo termine”: è importante pensare all’organizzazione della stanza in base a quello che sarà lo sviluppo del piccolo. Questo vano dovrà essere sfruttato dal minore per almeno i primi 3-4 anni di vita, ciò comporta la selezione di mobilio funzionale che potrà adeguarsi alla crescita dello stesso. Di solito la migliore scelta in tal senso è quella di puntare a camerette componibili, In modo tale da poter modificare non solo il posizionamento ma anche la struttura della camera stessa. Una simile soluzione consente non solo di avere tra le mani qualcosa di pratico, ma anche di ben fatto, piacevole esteticamente ed economico.

Altrettanto importante, quando si arreda la camera di un neonato, e pensare alle decorazioni delle pareti: per lo stesso motivo spiegato sopra esse devono poter essere piacevoli e “gestibili” dal bambino nel corso del suo sviluppo. Il consiglio è quello di puntare a colori pastello che possano aiutare il bambino a rilassarsi, come insegna la cromoterapia. Anche i punti luce devono essere ben pensati per dare al neonato prima e ai bambini poi la possibilità di poter contare su una camera illuminata al meglio in base alle loro esigenze.

Culla in camera o lettino in cameretta?

La scelta più importante che deve essere fatta dai genitori di un neonato è quella riguardante il luogo dove lo stesso riposerà: meglio scegliere un letto o una culla? La risposta è essenzialmente entrambi: questo è dovuto al fatto che il bambino di solito dorme nella stanza dei genitori nella culla per almeno i primi mesi. una volta che si tenterà di dare allo stesso la giusta indipendenza, sarà necessario avere un lettino nella cameretta. Ecco quindi che non si tratta di una vera e propria scelta, quanto della decisione di scaglionare gli acquisti in base alla crescita del piccolo.

Proprio per via della crescita del bambino anche la scelta del fasciatoio deve essere fatta in modo intelligente: il consiglio è quello di puntare ad un mobile modulare che possa trasformarsi in altro una volta che lo stesso non sarà più necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>