Camera da letto minimal, qualche consiglio

di Valentina Cervelli Commenta

La camera da letto minimal è perfetta per tutte quelle persone che amano l’ordine e lo spazio ben organizzato e che soprattutto preferiscono linee semplici e prive di fronzoli.

Attenzione: questo non significa rinunciare ad un’estetica piacevole ma semplicemente avere a che fare con un approccio all’arredamento che premia l’essenziale. Questa tendenza, tra l’altro, si è andata espandendo negli ultimi anni in tutte quelle categorie di persone che decidono di premiare la versatilità dei mobili e dei vani piuttosto che la loro decorazione. Ecco quindi che prima di tutto la camera da letto minimal avrà un letto contenitore al fine di poter conservare senza correre il rischio di esporli lenzuoli, cuscini e qualsiasi accessorio non sia strettamente utile.

Esteticamente esso sarà semplice, tinta unita spesso in pendant con il resto della stanza e delle pareti e senza dubbio coordinato all’eventuale poltrona o pouf present: i mobili saranno ovviamente caratterizzati da linee semplici e da aspetto sobrio. Per ciò che riguarda materiali e colori la libertà è estrema: sebbene si preferiscano di solito colori come il bianco, il panna, il grigio o il nero, nulla vieta di spaziare a proprio piacimento seguendo il proprio gusto: l’importante è che i tratti siano essenziali. Si può anche puntare su del legno grezzo adeguatamente trattato.

Soprattutto se ad essere presi in considerazione i comodini, irrinunciabili per ciò che concerne l’arredamento di una stanza da letto minimal. Le pareti possono essere decorate con della semplice carta da parati: La scelta più adatta? Tinta unita o fantasie geometriche ben scelte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>