Arredare la cucina: come si dispongono i mobili?

di Gianni Puglisi 6

Arredare la cucina non è una passeggiata. Ci sono tantissimi mobili da sistemare e tante cose da tenere in considerazione. La disposizione ideale deve tenere conto sia delle esigenze dei padroni di casa sia della  disposizione dei tubi per l’acqua e il gas, perchè arredare una cucina stravolgendo gli impianti che sono già a disposizione in casa può comportare una spesa davvero esagerata. Tenendo in considerazione tutti questi aspetti dunque, oggi vi propongo un paio di modi in cui potete disporre i mobili in cucina, cercando di stare attenti all’estetica e alla funzionalità di uno degli ambienti più importanti della casa.

Uno dei modi classici in cui si arreda la cucina è la disposizione parallela. In sostanza si tratta di disporre i mobili sui due lati della stanza, mentre il centro va lasciato libero per muoversi agevolmente tra le due parti della stanza. Questa soluzione è l’ideale se la stanza che contiene la cucina è più lunga che larga.

Le cucine “a elle” sono forse le pù comuni. Si tratta di disporre i mobili ad angolo tra due pareti della stanza, mettendo ad esempio i fornelli oppure il lavello proprio nell’angolo. In questo modo impegnerete a pieno soltanto una parete e mezza della stanza e il resto lo potrete utilizzare per posizionare un tavolo da pranzo con le sedie. Alla cucina a elle si può facilmente abbinare una penisola, cioè un piano che sporge in lunghezza da un mobile e che può servire da piano di lavoro o da tavolo.

Con il suo efficiente trangolo di lavoro, la cucina a U è l’ideale per avere spazio per cucinare e per riporre gli utensili della cucina da entrambi i lati. Con questa disposizione anche due persone contemporaneamente possono lavorare in cucina senza disturbarsi. La cucina a U è ideale per stanze grandi e per chi ha bisogno di molti mobili per conservare gli oggetti.

La cucina a linea singola offre spazio per ambienti piccoli in cui occupare più di una parete comporterebbe un restringimento troppo grande dell’ambiente. Gli elettrodomestici possono essere incassati nella struttura e le superfici dei banconi possono servire come piano d’appoggio per tutte le attività. Di fronte alla cucina si può disporre il tavolo da pranzo. Se invece la stanza è molto grande, una cucina a linea singola può essere completata da un’isola che a seconda delle necessità può contenere lavello e fornelli, oppure solo il piano d’appoggio.

Photo Credit| Lube, Scavolini

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>