Arredare casa con colori al neon

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare una casa con i colori al neon non è una cattiva idea, soprattutto se si vuole ottenere un’abitazione mai noiosa e caratterizzata da un impatto iniziale (e non solo) molto forte. La parola d’ordine in questo è “non avere paura“.

Perché effettivamente si tratta di un approccio alla casa decisamente eccentrico e forse non perfettamente adatto ad essere gestito da persone più in avanti con gli anni o attratti dalla calda calma degli stili più classici. E’ bene spiegare immediatamente cosa sono i colori al neon nell’arredamento: tonalità brillanti e fluorescenti in grado di spiccare. E come in ogni cosa l’importante è saper misurare: per quanto l’intero arredamento sfrutterà infatti questo colore comprare mobili interamente realizzati con questo colore non è consigliabile. Essi spiccano perché inseriti in modo corretto in un ambiente capace di farli letteralmente fiorire.

Uno dei mezzi più semplici per far spiccare i colori al neon? L’utilizzo di tonalità come bianco e nero per contrasto: è questo il modo nel quale divani rosa shocking e tavoli giallo limone possono coesistere insieme e non stancare mai lo sguardo. Regola importante: anche i serramenti della finestra o il telaio della porta non sono risparmiabili in termine di colori: installarli caratterizzati da colori al neon può dare quel pizzico di vivacità all’ambiente senza che lo stesso appaia esageratamente toccato da questo stile.

Non solo salone però: anche la camera da letto può essere arredata utilizzando questi colori, puntando agli accessori piuttosto che al mobilio, ottenendo un effetto divertente ed allegro generalizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>