Qualche consiglio per arredare un bagno classico

di Anna Maria 1

Nella concezione contemporanea dell’arredamento il bagno, così come la cucina, non è più una stanza da nascondere agli ospiti, ma un vero e proprio ambiente della casa dedicato alla cura personale e perchè no, anche al relax. Prova ne sia il fatto che ormai qualsiasi azienda produttrice di sanitari non si fa mancare nel catalogo una vasta scelta di docce e vasche, con idromassaggio, sauna e chi più ne ha più ne metta. Se non vi piace il bagno ultra moderno con i sanitari sospesi alla parete e preferite quello con i mobiletti di legno e i rubinetti d’ottone, il bagno classico è quello che fa per voi.

Per chi ama lo stile classico anche in bagno le possibilità sono molte. La prima regola è sicuramente la scelta del legno scuro e di toni caldi per i rivestimenti delle pareti, che sia un semplice muro verniciato o le piastrelle.

Il lavabo deve essere inserito all’interno di un mobile in legno, di quelli con le ante decorate o a intaglio, che tra le altre cose è molto utile per conservare le asciugamani. Per un maggiore effetto classico sceglietelo con i pomoli in ottone e posizionate sopra il lavabo uno specchio, anch’esso con una cornice di legno in tinta con il mobile del lavabo. La cornice deve essere importante ma non esagerata per non appesantire un ambiente che comunque deve restare semplice nel complesso.

Per i sanitari,  l’unico materiale che si abbina perfettamente all’arredamento classico è la ceramica bianca, ma va molto bene anche il color panna. Per accentuare l’effetto retrò, preferite i sanitari installati al pavimento con il copri water in legno e magari con i profili lavorati intorno alla base e intorno al bordo.

In un bagno classico la doccia non è indicata perchè è una creazione troppo moderna. Preferite la vasca da bagno con un rivestimento in legno oppure una vasca da bagno da appoggio, in ghisa verniciata e con interno smaltato, che secondo me è la scelta migliore. La cosa più bella di queste vasche sono i piedini, che in genere sono disponibili in diverse finiture. Anche il colore esterno della vasca può essere personalizzato. Per i rubinetti, orientatevi verso quelli d’ottone con le manopole sagomate e con la bocca d’erogazione arrotondata.

Infine pavimenti e pareti. La scelta più giusta per il pavimento secondo me è il parquet in tonalità scura come il teak, chiaramente rivestito in modo che sia protetto dall’acqua. In alternativa stanno bene anche  marmo, pietra o piastrelle in gres che riproducano in superficie l’effetto delle pietre naturali.

Photo Credit| Ad-artistica, Archiexpo

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>