Arredamento, i miti da sfatare

di Valentina Cervelli Commenta

Anche nel campo dell’arredamento, come in altri settori esistono dei veri e propri miti da sfatare. Soprattutto se si vuole ottenere un buon risultato all’atto della scelta di mobili e stili: vediamo insieme cosa fare e non fare.

Attenzione a divani e colori

Uno dei primi temi sui quali si dibatte, tra gli appassionati di home design, è senza dubbio quello del mix di colori e e forme per ciò che concerne le pareti. Tentare di giocare sui contrasti non è un male, soprattutto se si ha gusto per tutto ciò di esteticamente piacevole. Certo, anche nella scelta dei pattern ci vuole un attimo di attenzione, ma questo non significa che non ci si possa giocare. Il consiglio è quindi quello di non farsi troppi problemi e “ironizzare” con colori e pattern, giocando con i primi per ciò che concerne la ricerca di un equilibrio di piacere personale e non avendo paura di mixare i secondi.

Un altro mito da sfatare importante, soprattutto se si ha lo spazio giusto, è quello di dover mettere per forza il divano attaccato al muro: soprattutto se si può creare una vera e propria area living che non faccia parte di quella continuità che di solito si cerca con la cucina. Per fare un esempio il divano può essere inserito in mezzo alla stanza, di fronte ad un altro divano o ancora per dividere l’ambiente. Si può poi completare il tutto con un coffe table, dei pouf o in modo più classico delle poltrone coordinate.

Ve ne è anche per il campo dell’illuminazione: le luci sono importatissime all’interno di una casa: pensare che si debbano per forza solo installare lampadari è una considerazione sbagliata: tra faretti, plafoniere laterali e lampade con lo stelo, c’è l’imbarazzo della scelta e dovrebbe essere sfruttato al massimo.

Via libera a tappeti e piante finte

Altra nota “dolente” nel campo dell’arredamento è senza dubbio rappresentato dai tappeti. Pensare che si debba trattenersi e non riempire la casa di questo accessorio è sbagliatissimo: certo, è importante sceglierlo delle dimensioni giuste rispetto all’ambiente per il quale è stato pensato, ma non ci si deve assolutamente trattenere, sia per ciò che concerne la forma, sia per ciò che riguarda i colori. Negli ultimi tempi vi è una tendenza particolare, quella che vede la sovrapposizione di tappeti diversi: il layer look. L’effetto ottenibile è esteticamente importante e adatto ad essere applicato in diversi contesti.

Infine, ma non per importanza, merita una menzione a parte, tra i miti da sfatare, quello delle piante finte: perché rinunciarci quando sono in grado di dare alla stanza un tocco originale senza paura che qualcosa appassisca? Non sempre vi sono le condizioni o il tempo di prendersi cura di piante vere e la luce naturale non  di rado rappresenta un problema. Le piante finte consentono di poter arredare con cura e in modo green la propria casa, a patto che ci si ricordi di spolverarle un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>