Arredamento ed opere d’arte: come regolarsi

di Valentina Cervelli Commenta

In alcuni casi, quando si arreda casa, si decide di inserire nella propria abitazione anche delle opere d’arte. Ma come regolarsi al fine di eseguire una scelta corretta per i propri sbagli?

Sono sempre gli stessi gli sbagli che le persone fanno quando comprano dell’arte, spesso dettati dall’ignoranza in materia: è importante, per regolarsi al meglio, informarsi al fine di non cadere in facili trappole. La prima cosa da fare, se si rimane colpiti da un’opera, è quella di verificare il portfolio dell’artista: se lo stesso appare coerente in soggetti ed approcci, di solito si è davanti ad un artista valido che vale la pena di acquistare.

Allo stesso modo, prima di comprare un quadro è bene verificare quale sia il background del suo pittore: ovviamente si tratta di un assunto valido per qualsiasi tipo di artista. A seconda del tipo di opera che si intende immettere nel proprio arredamento è consigliato anche fare ricerche sugli studi dello stesso: soprattutto se l’acquisto dell’opera d’arte è vissuta come un investimento.

E per quanto possa sembrare una perdita di tempo, comprare attraverso una galleria o un intermediario ufficialmente riconosciuto ha i suoi vantaggi, soprattutto in termini di sicurezza. In fin dei conti i galleristi sono professionisti del mercato dell’arte e possono eseguire una vendita al dettaglio sicura e priva di problemi.

Infine, ma non per importanza, quando si vuole inserire nel proprio arredamento un’opera d’arte è necessario programmare con netto anticipo e precisione dove la stessa verrà inserita al fine di dedicarle non solo la giusta posizione ma anche l’illuminazione perfetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>