Wilson & Morris, la palette di tendenza 2018

di Valentina Cervelli Commenta

Se c’è una cosa che bisogna imparare velocemente del settore dell’arredamento è che vi sono delle “istituzioni” capaci di dettare tendenza: Wilson & Morris è una di quelle. Motivo per il quale il fatto che abbia presentato la nuova palette cromatica 2018 è qualcosa da studiare immediatamente.

Sono dodici i nuovi colori scelti per personalizzare e rendere speciali gli ambienti, principalmente attraverso la pittura ma anche come ispirazione per la tonalità dei mobili: essi vanno dall’azzurro cielo, arrivando all’amaranto passando per il rosa. Senza dimenticare il giallo ocra ed il verde pastello. Va sottolineato: essi sono il risultato della collaborazione tra Wilson & Morris e Nicola Baccaglini un designer specializzato nello studio di codici colore. Le due parti sono al momento impegnate in una collaborazione che le vede concentrate sullo studio delle tonalità al fine di crearne ed utilizzarne per favorire il benessere della persona attraverso l’uso degli stessi nella decorazione.

Ovviamente, dal punto di vista della vendita tutti e 12 i colori sono resi disponibili dall’interlocutore nelle tre tipologie di pittura venduta : pittura ad acqua opaca, smalto  e pittura ad acqua con effetto trasparenza.  Questi i loro codici:

  •  2041 SKY
  • 2043 NEW ICE
  • 2045 LIGHT GREY
  • 2044 NICE BLUE
  • 2050 GOOSE BEAK
  • 2052 MILITARY GREEN
  • 2048 PINK
  • 2036 AMARANTO
  • 2049 PEACH
  • 2047 ANTIQUE IVORY
  • 2046 WHITE CREAM
  • 2051 GREENISH.

Ve ne è davvero per tutti i gusti, al fine di mettere a disposizione la soluzione perfetta per ogni esigenza senza per questo rinunciare non solo ad un prodotto di qualità ma a dei colori in grado di fare tendenza e di adattarsi perfettamente ai diversi stili di questo 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>