Salone del mobile 2018: cosa ci ha insegnato

di Valentina Cervelli Commenta

Cosa ci ha insegnato il Salone del Mobile 2018? Senza dubbio che alcune tendenze del passato torneranno molto velocemente a conquistare la nostra attenzione per ciò che concerne l’arredamento. Con la benedizione dell’onnipresente velluto.

Va detto: è un materiale al quale il 2018 non intende assolutamente rinunciare, soprattutto collegato in un contesto di arredamento anni ’70. Di buono vi è che tale stile può adattarsi a chiunque meglio per via dei colori pastello che sembrano conquistare in blocco qualsiasi soluzione, in particolare l’azzurro, il rosa cipria ed il verde salvia a creare un arredamento di tipo sensoriale e rilassante. Il salone del Mobile poi ha mostrato come ben presto saranno gli stili orientali a conquistare la giusta attenzione, portando dentro le case tessuti preziosi dai colori sgargianti come il rosso rubino, il verde smeraldo e l’oro sia per ciò che concerne i materiali di rivestimento che i tappeti.

Anche per quel che riguarda i materiali non vi saranno grandi novità: il legno ed il marmo saranno i maggiori protagonisti, rivisitati il più possibile per adattarsi alle nuove esigenze in quanto a colori e sfumature. Ecco che il legno avrà tendenza al rustico, mentre il marmo troverà “sfogo” in colori inusuali come il nero ed il grigio. Le soluzioni di arredo, già solo basandosi su queste tendenze sono innumerevoli. Ed il Salone, grazie ai suoi espositori ha mostrato che le realtà del settore si sono più che adeguate a ciò che è richiesto da parte della potenziale clientela, giocando con i colori e con le linee.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>