Terrazzo alla veneziana, cosa è

di Valentina Cervelli Commenta

Il terrazzo alla veneziana (o pavimento alla veneziana) è un tipo di pavimentazione che viene creata unendo grazie ad una malta cementizia del pietrisco e piccoli frammenti di marmo che poi vengono pressati e lucidati: un lavoro artigianale ed importante che ancora oggi viene approcciato con la massima serietà.

Si parla di un lavoro davvero minuzioso che tutt’oggi viene eseguito da artigiani esperti seguendo le stesse tecniche utilizzate fin dal 1500. Ai giorni nostri questo nome racchiude in sé tutti quei pavimenti in tinta unita decorati con tanti piccoli frammenti colorati. Essi posso essere di forma geometrica o con disegni particolari come scene campestri, segni araldici, decorazioni di tipo vegetale:  le opzioni sono davvero molteplici ed il fattore più entusiasmante è la sua durata. Se creato da personale esperto esso può resistere senza bisogno di eventuali ristrutturazioni davvero a lungo.

Tecnicamente parlando è importante che prima di eseguire la pavimentazione ci si accerti che il fondo sia ben pareggiato: tutto deve essere perfetto per far sì che il pavimento alla veneziana riesca davvero bene. Appena il piano è pronto vengono stesi due piani preparatori: il primo  è composto da un mix di materiali che comprendono cocciopesto e pietrisco che una volta steso e lisciato viene seguito da un secondo lavorato allo stesso modo.

Dopo che i due strati hanno riposato un qualche giorno si stende il terzo contenente grassello di calce arricchito in caso da pigmenti. Le decorazioni arrivano solo una volta che tutti e tre gli strati sono pronti e la successiva fase di lisciatura potrebbe impiegare anche più settimane ad arrivare dato che vi è la necessità che il pavimento alla veneziana completato sia asciutto al 100%.  Finita quella viene eseguita la lucidatura ed il pavimento è pronto.

Photo Credit | CitonPavimentiVeneziana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>