COD, la sedia a intrecci presentata da Gaga&Design

di Gianni Puglisi Commenta

Si chiama COD ed è l’ultima novità proposta dall’azienda israeliana Gaga&Design questa moderna seduta che fa degli intrecci la sua caratteristica distintiva. L’innovativa sedia nasce dalla creatività del designer – anch’egli israeliano – Rami Tareef e la sua realizzazione ha richiesto una lunga e intensa ricerca durante la quale il designer si è lasciato ispirare dalla sua passione per le arti e i mestieri tradizionali. Per questo motivo la sedia COD di Gaga&Design, che è stata presentata al London Design Festival 2012, presso l’esclusiva location della Design Gallery Super, è molto più che un moderno complemento di arredo: è una vera e propria icona che riesce a incarnare, rappresentandola, la cultura artigianale da cui nasce unendovi linee moderne e innovative con il risultato di creare un affascinante disegno ad angolo. Chi ama gli ambienti moderni e minimalisti non potrà non innamorarsi di COD, poiché oltre ad essere perfetta per accogliere i propri ospiti durante una serata informale o in occasioni più eleganti, si adatta anche agli ambienti esterni più raffinati, conferendo ad ogni spazio un tocco di classe ed eleganza.

La splendida seduta va ad aggiungersi alla già ricca collezione di mobili in tessuto precedentemente proposta dall’azienda israeliana che da sempre è alla ricerca del giusto equilibrio tra bellezza e funzionalità con lo scopo di creare oggetti che riescano a portare atmosfere rilassanti e colorate sia all’interno di ambienti domestici che di spazi collettivi. Come la sedia COD, tutte le altre proposte dall’azienda sono interamente intrecciate a mano utilizzando una tecnica artigianale e una fibra appositamente sviluppata da Gaga&Design che, ricordiamo, è un marchio ideato da Yaacov Kaufman – designer pluripremiato a livello internazionale – e Avi Bourla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>