Piante grasse e vasi fai da te a seconda dello stile

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare con le piante grasse può rappresentare una idea davvero unica per chi desidera dare un pizzico di colore alla propria abitazione e allo stesso tempo non dover necessitare di stare dietro ad una manutenzione troppo impegnativa. Come regolarsi in tal senso? Vediamolo insieme.

Piante grasse alla portata di tutti

Bisogna partire da un presupposto che è già intuibile da ciò che è stato detto fino ad ora: le piante grasse sono essenzialmente adatte ad essere gestite da chiunque perché non necessitano di particolari cure e questo fa di loro un complemento d’arredo importantissimo. Non solo perché esistono delle piante succulente dall’aspetto coreografico davvero importante, ma perché è possibile giocare molto con i loro vasi, decorandoli e personalizzandoli in base allo stile della propria casa.

A livello puramente naturale le piante grasse sono caratterizzate da una crescita molto lenta e per tale motivo non vi è bisogno di rinvasarle tutti gli anni: fattore questo molto importante per mettere in atto soluzioni di arredo di una certa importanza. Prima di procedere alle possibili personalizzazioni e posizionamenti è bene sottolineare una cosa: soprattutto se si ha una casa in stile moderno, il consiglio è quello di rivolgersi a un produttore specializzato in vasi che sappiano legarsi al mobilio presente in casa. Per quanto infatti il fai da te possa essere adattabile a molti stili, quando si ha a che fare con complementi moderni è bene pensare a soluzioni professionalmente create.

Regolarsi in base allo stile

Stili come quello minimal, rustico e classico danno più spazio al fai da te in quanto a scelta di piante grasse e loro recipienti: questo perché i mobili che di solito vengono scelti si sposano bene  con vasi allegri e colorati. Essi rappresentano allo stesso tempo lo stacco e il riempitivo di cui si può avere bisogno.

Il posizionamento “base?” Senza dubbio le mensole della cucina, i davanzali delle finestre (con le opportune precauzioni, N.d.R.)  o ancora un mobile poco sfruttato, angolare o no, che necessita di un po’ di vita.  Se si ama il fai da te si possono anche creare delle pareti attrezzate con vecchie cassette di legno o con delle pedane da inserire all’ingresso di casa o un angolo della terrazza: in alternativa in commercio esistono proprio delle pareti attrezzate specificatamente pensate per le succulente.

Un modo carino e a costo (quasi) zero per ottenere sempre un ottimo risultato? Sostituire al classico vaso di terracotta quelli in vetro e ceramica o usare piccoli bauli, avendo cura di posizionare le piante scelte dove davvero possono fare la differenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>