Parquet: si può mettere in bagno?

di Valentina Cervelli Commenta

Si può inserire il parquet in bagno? Va detto: non è una strada molto praticata a causa dell’umidità che con il tempo potrebbe creare problemi al pavimento, ma al contempo non è nemmeno impossibile.

 

Soprattutto se si eseguono le scelte giuste a monte. In fin dei conti negli ultimi anni la stanza da bagno ha acquisito un’importanza focale all’interno dell’abitazione: non si tratta più solamente di un vano di servizio ma di un angolo da pensare e progettare con tutti i crismi. Inserire al suo interno il parquet non è un capriccio: sono molti i designer ed i produttori di mobili che suggeriscono questo approccio. Ma come fare per far sì che tutto “funzioni” senza intoppi?

La prima cosa da fare è accertarsi che vi sia abbastanza areazione nella stanza: è lo strumento primario per evitare che si formi umidità all’interno e quindi le basi per future problematiche legate al parquet. La seconda è quella di provvedere al piazzamento di tappeti in punti strategici al fine di evitare che si possano formare, anche inavvertitamente delle piccole pozze di acqua o altri fluidi: una piccola precauzione che dà modo di migliorare il bagno anche dal punto di vista estetico.

Se si ha la costanza di arieggiare la stanza dopo una doccia o un bagno dando modo al tutto di asciugarsi, il parquet può essere considerato alla stregua di qualsiasi altra pavimentazione. Con un plus: come qualsiasi vano che possa contare su un pavimento in legno, eleganza e calore diventano le principali caratteristiche dell’insieme.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>