5 protagonisti insospettabili dell’arredamento

di Valentina Cervelli Commenta

Spesso si tende a ignorarli o non dare loro importanza ma esistono dei mobili e dei complementi d’arredo che possono divenire dei veri e propri protagonisti all’interno degli ambienti nei quali sono inseriti. Scopriamo insieme quali sono i più comuni.

Arazzo

Esso viene comunemente definito tappeto da parete quando in realtà il termine giusto da utilizzare sarebbe arazzo: questo complemento d’arredo può rappresentare qualsiasi immagine si voglia dalle più antiche e dal gusto storico fino a una stampa di una foto personale, ovviamente opportunamente ricreata grazie a tecniche specifiche. Di solito a prescindere dalla sua grandezza esso cattura immediatamente lo sguardo.

Lavandino di marmo

Anche il lavandino di marmo, a prescindere che sia utilizzato all’interno di un bagno o di una cucina, è in grado di attirare l’attenzione di chi osserva come altri pochi elementi al mondo. È la capacità tipica di questo materiale di rendere speciale qualsiasi contesto nel quale viene inserito.

Lampadari

I lampadari sono forse il gadget più diffuso in grado di trasformare letteralmente una stanza con il minimo sforzo: il loro stile è capace di cambiare immediatamente quello che è l’impatto che la persona avrà entrando nell’ambiente: le tipologie disponibili sono innumerevoli e di conseguenza quindi anche gli effetti raggiungibili.

Poltrona

Le poltrone sono protagoniste per antonomasia: design, forma e materiale rischiano di migliorare o peggiorare l’intero stile della stanza senza che si abbia la capacità di rendersene conto. Quando si sceglie questo complemento d’arredo importante puntare un materiale che sia in grado di uniformarsi con il resto del mobilio.

Frigorifero

Il frigorifero è importante non solo per via della sua funzione ma anche per la capacità che ha di stagliarsi all’interno della cucina a prescindere dalla sua tipologia: ovviamente l’effetto sarà più importante e non ignorabile se si punterà sull’acquisto di un modello di design o vintage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>