3 consigli per chi deve arredare l’ingresso

di Gianni Puglisi Commenta

Arredare un ingresso vuol dire concentrare in pochi metri quadri tutto il senso dell’accoglienza che hanno i padroni di casa. Volete dimostrare di essere organizzati, di essere esigenti quando si parla di pulizia, volete dimostrare di essere attenti all’ambiente? Avete numerose possibilità. Alcune di queste sono visibili in questi esempi. 

Se dovete arredare un ingresso ci sono tanti consigli utili di cui fare tesoro riguardo l’illuminazione, la profondità, l’organizzazione degli spazi e il riuso di una serie di elementi. Ecco come gestire la vostra creatività con qualche spunto utile.

Il primo consiglio che possiamo darvi è quello di fare un esame del vostro ingresso valutandone l’effettiva grandezza. Se è molto piccolo avete bisogno di renderlo più profondo, almeno dal punto di vista visivo, quindi è perfettamente inutile riversare nell’ingresso tutto ciò che avanza. È molto più utile sfruttare specchi e luci per far sì che lo spazio sembri più grande.

Il secondo consiglio che possiamo darvi è quello di usare l’ingresso per togliervi di dosso tutto ciò che non è utile in casa. Quindi se è vero che all’ingresso è sempre presente un appendi abiti, è buon norma che ci sia anche uno spazio per riporre le scarpe e ancora uno svuota tasche, magari un recipiente che se usato da più persone, sia abbastanza ampio da far riconoscere subito le proprie cose.

Il terzo consiglio è riservato a chi non ama fare acquisti troppo consistenti e consiste nel riusare le cassette per riporre soprattutto le scarpe ma anche gli altri oggetti. Sull’uso o meglio sul riuso delle cassette è stato già detto tanto. Vi lasciamo alle foto che abbiamo tratto dai consigli di Eticamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>