EXPO 2015, il Padiglione dell’Estonia è da visitare in bici

di Gianni Puglisi Commenta

Il Padiglione dell’Estonia l’abbiamo in parte presentato, sottolineando alcuni dettagli gastronomici e tecnologici che ci avevano colpito. In realtà abbiamo indugiato poco sulla struttura che ospita questa esperienza sensoriale, uno spazio che domenica sarà al centro di un evento molto suggestivo. 

Il Padiglione estone dell’EXPO 2015 è molto originale e costruito interamente in legno. Il 7 giugno sarà teatro di una grande manifestazione in primis sportiva. Si cercherà infatti di entrare nel Guinness dei primati di Kiiking, uno sport inventato proprio in Estonia.

Il kiiking consiste nel fare un giro di 360 gradi intorno ad un perno di dondoli chiamati appunto Kiik e presenti anche nel Padiglione, in versione semplificata. In questa giornata i visitatori potranno visitare un Padiglione che somma le curiosità e le innovazioni di un popolo giovane. La struttura in legno è una successione di box alternati a spazi aperti dove troviamo altalene a disposizione dei visitatori che vogliono sfidarsi sfruttando un contatore che è in alto e misura l’energia impressa agli strumenti.

Tra i quattordici concorrenti è stato lo studio Kadarik & Tüür di Tallinn ad aggiudicarsi il primo premio per la progettazione del padiglione Estonia per Expo Milano 2015. La struttura è fatta di 100 moduli di legno, 52 dei quali usati per la costruzione del padiglione nel sito e altri 48 per altri eventi legati sempre all’EXPO. Sono stati spesi in tutto 3.700.000 euro. Le stanze e il soffitto sono rivestite da schermi ad alta risoluzione che proiettano scene in diretta dall’Estonia a sottolineare ancora una volta che questo Paese sarà la futura Silicon Valley d’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>