Il vetroarredo

di Antonio Morreale 2

Il vetro è uno dei materiali maggiormente usati per la costruzione di arredi sia per interni che per esterni. Questo materiale, a base di silicio, ha una storia millenaria ma solo negli ultimi decenni è applicato in svariati modi nella tecnologia strutturale e meccanica, ad esempio in coppia col metallo, nonché del digitale in quanto oggi è possibile stampare sul vetro immagini di qualsiasi tipo.

Il vetro non funziona più solo da limite tra l’ambiente interno e quello esterno: oggi è utilizzato anche all’interno delle mura domestiche e soprattutto di uffici, hotel e negozi. Il vetro dunque ha preso il posto di pareti e solai rendendoli trasparenti.

Arredare con il vetro permette di ottenere soluzioni molto eleganti e molto ricercate per la proprietà essenziale di questo materiale di far passare la luce; vetro è sinonimo di luminosità!

Come starete già pensando, il vetro è un materiale abbastanza pericoloso in caso di rottura accidentale, per questo motivo oggi ne sono disponibili diverse tipologie studiate proprio per la sicurezza.

– Il vetro temperato, che si sbriciola in pezzi piccoli e non taglienti;

– Il vetro retinato, costituito da una maglia interna di metallo trattiene uniti i pezzi, provate a pensare al caso di frattura di una tettoia o di una parete in vetro;

– Il vetro reticolare, costituito anche da alluminio, consigliato per i pavimenti;

– Il vetro indurito, davvero molto resistente.

Le sue applicazioni decorative sono molteplici. Si inizia dal semplice vetro colorato (che può essere verniciato oppure contenere un film colorato) che garantisce un notevole effetto cromatico al pannello di una porta, a un piano di lavoro, a una parete. Un tempo veniva utilizzato solo per le finestre, oggi invece costituisce pareti divisorie, pavimenti e soffitti, ma ancora balaustre di terrazzi, ante di armadi e non, scale e molti altri elementi strutturali e di arredo.

Il vetro è il materiale che per eccellenza e va apprezzato non solo per la sua capacità di rendere gli spazi più aperti e luminosi ma anche per essere impermeabile e inattaccabile da muffe, quindi consigliato in bagno e in cucina. Il box doccia e le pareti antispruzzo sono preferibili in vetro perché facile da pulire e igienico.

Infine, molti mobili, non solo i tavoli e gli accessori, possono essere realizzati in vetro, un esempio sono le lampade Fioriness Lamps.

Photo Credit: gardener41 e Alan Light

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>