The wave cabinet, il mobile onda in acque mai agitate

di Gianni Puglisi Commenta

Se cercate un mobile che sia mobilissimo, praticamente un’onda di mobile o un mobile dinamico, ecco a voi The wave cabinet, la cabina delle meraviglie, creativa, originale, malleabile, multiforme e tutta in semplice legno naturale. E’ una creazione dell’artista e scultore newyorkese Sebastian Errazuriz. Ora forse, visto così, vi pare solo un ‘semplice’ mobile, ma aprendolo quali e quante sorprese scoprirete, tra onde di bassa e di alta marea…

 

The Wave Cabinet dell’artista e designer Sebastian Errazuriz è la nuova creazione di una serie di sculture funzionali che incarnano il suo ideale di maestria e padronanza della materia in arte.

 

Onda di mare o ventaglio? O tutte e due insieme? Osservate la magia: ogni singola lamella si apre in un modo molto simile a un ventaglio di carta, destando sorpresa in maniera perfetta e al tempo stesso semplice.

 

 

Sono molteplici i modi di apertura del mobile tra cui scegliere, appositamente creati dall’artista che ha progettato con accuratezza e precisione il processo di apertura e chiusura, con ondulate rotazioni dal sicuro effetto scenico.

 

 

 

 

E così questa madia moderna in legno di una apparente semplicità assoluta, è una reinterpretazione degli oggetti quotidiani, domestici, che ci circondano. Sebastian ci invita a rompere la scatola come metafora letterale per ricordare allo spettatore di fermarsi e guardare lo stesso oggetto con occhi sottratti all’abitudine.

 

L’artista di New York, spiega

Sto invitando la gente a guardare una delle forme più semplici del design del mobile e dimenticare che stiamo parlando di mobili, e invece di vederlo come un modo per rompere una scatola.Mi piace l’idea di creare bei mobili. Tuttavia io sono molto più interessati a utilizzare il medium come una scusa per scatenare la curiosità della gente e creare una connessione con le persone.

 

 

 

A questo punto sorge spontanea una domanda: che uso farne? A ciascuno la soluzione che vorrà realizzare. Noi proponiamo di farne un raccoglitore di… acqua di mare!

 

 

 

Fonte e foto meetsebastian.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>