Terrazzo d’estate, come organizzarlo

di Valentina Cervelli Commenta

Il terrazzo d’estate può rivelarsi un vero salvavita nei confronti di giornate afose e stanche, soprattutto la sera, quando il sole cala e soprattutto se si è ben posizionati si può contare su una piacevole brezza rinfrescante: per poterlo sfruttare al meglio però è necessario riorganizzarlo.

La prima cosa da fare? Assicurarsi di avere dei piani d’appoggio: ergo un tavolino ed una sedia almeno non devono mai mancare. Questo farà in modo tale da rendere disponibile, per ogni abitante della casa, un luogo dove prendere un caffè, mangiare o svolgere attività come leggere o scrivere senza dover per forza rimanere all’interno. In base alla grandezza del terrazzo si può optare proprio per la creazione di un angolo che consenta a tutta la famiglia di sfruttare in modo intelligente e privo di problematiche lo spazio a disposizione: se la metratura e la forma lo consentono si può optare per inserire delle panche invece che delle normali sedie. In questo modo si ottimizzeranno gli spazi e non si dovrà avere paura di violenti agenti atmosferici che possano potenzialmente far volare sedie.

In un terrazzo ovviamente non deve mancare nemmeno un angolo verde: esso non solo ossigena lo spazio ma è esteticamente piacevole da vedere quando si è seduti al tavolo a leggere o seduti su un cuscino a rilassarsi. E proprio quest’ultimo un altro degli elementi che non devono mai mancare in un terrazzo, soprattutto se è abbastanza grande da poterlo ospitare al suo interno.  E se si ha la possibilità di farlo anche un tappeto per esterni può fare la sua figura, oltre che proteggere coloro che magari vogliono camminare in questo stadio a piedi nudi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>