Arredo laccato? Via libera agli anni ’50

di Valentina Cervelli Commenta

Non bisogna dire no a prescindere all’arredo laccato, soprattutto se esso può diventare sinonimo di stile anni Cinquanta, con tutti i suoi pregi e le virtù. Il 2019 sembra aver ormai dato il titolo di tendenza a questo approccio e non si può prescindere dal dargli almeno un po’ di spazio.

Esso trova grande espressione nell’alternanza tra legno al naturale ed elementi laccati.  Ed in particolare è il legno massello che laccato e quindi predestinato a dare colore diventa il nuovo protagonista: questo accade perché si è riscoperta la forza che specifiche tonalità possono avere se inserite all’interno di una casa a prescindere dalla tipologia di stile scelto. L’arredo anni ’50 da modo di ottenere, senza mai cadere nella noia, una abitazione legante spesso di stampo neoclassico o minimal che però non risente dell’essenzialità dell’approccio ai mobili ma che al contrario, proprio puntando molto sulla contrapposizione degli elementi mediante il colore riesce ad ottenere un insieme equilibrato ed attraente.

Il laccato essenzialmente dona al mobilio quella patina di passato che dà sicurezza, senza però scadere nel vecchio grazie al colore ed ai giochi di luce che vengono resi possibili. Questo porta a poter scegliere tra tantissime tipologie di arredo, ottenendo degli effetti vintage incredibili senza però stancare l’occhio.

Ecco quindi che l’arredamento anni ’50 diventa uno stile per tutti, più maturi e giovanissimi, perchè in grado di soddisfare qualsiasi esigenza in modo abbastanza veloce e semplice, grazie anche ad un mercato che sta approfittando di questa riscoperta di un passato che non è un bagaglio pesante ma una gioiosa novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>