Stile scandinavo, le pareti

di Valentina Cervelli Commenta

Il punto di forza dello stile scandinavo è la sua semplicità corredata da linee pulite: le pareti della casa di solito vengono lasciate al naturale, dipinte di bianco o al massimo in tonalità pastello. Ma se si volesse qualcosa di più? In pochi sanno che questo approccio può sfruttare anche specifiche tipologie di carta da parati.

Tutto ovviamente deve essere scelto senza appesantire la leggerezza dello stile e senza dimenticare che si parla di ambienti minimalisti che è consigliato non caricare troppo. Una delle fantasie migliori relative alla carta da parati che meglio si adatta ad essere utilizzata è quella a forme geometriche.E poco importa che si tratti di piccole forme in successione o di un collage di elementi più corposi: fino a che la stessa è unita ad una tonalità pastello o bianca o nera viene considerata dai designer la scelta migliore con questo stile a prescindere dalla tipologia di stanza nella quale verrà applicata.

Anche le fantasie di tipo “botanico” sono considerate parte dello stile scandinavo, a tal punto che tra le più vendute collegate allo stesso vi sono quelle carte da parati che ripropongono gli alberi delle foreste nordiche e tutta una serie di piante che però devono essere entrambi riportati in modo essenziale e su sfondo il più possibile chiaro. Un altro approccio di questo tipo molto valido con lo stile scandinavo è quello che riguarda l’acquerello: portare questo tipo di “pittura” sulla carta da parati utilizzata per lo stile scandinavo aggiunge quel pizzico di “disordine controllato” che si adatta magnificamente. E’ la perfetta imperfezione che arricchisce.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>