Stile industriale, alcuni consigli

di Valentina Cervelli Commenta

Lo stile industriale ormai da anni esibisce il suo fascino e conquista: amato da giovani e persone che amano i contrasti tra muratura e metallo, per essere espresso al massimo necessita che alcune regole base vengano seguite.

arredamento industriale minimal ricercato

Come quella della cura dei dettagli e dei particolari. Soprattutto in uno stile “spoglio” come questo, l’accessorio e le piccole sfumature fanno la differenza, soprattutto se si cerca di ricreare alcuni effetti. Il classico esempio è quello dell’utilizzare specifici oggetti che rimandino alle vere industrie da poggiare sui mobili al fine di dare al tutto un tocco più retrò ed al contempo affermare la natura propria dello stile. Industriale non deve significare però privo di colore: ecco quindi che sulle mura, per dare un pizzico di verve in più si possono appendere delle decorazioni tessili importanti. Sconsigliamo ovviamente arazzi più adatti ad un contesto classico: meglio dare spazio a stoffe e stampe di una certa tipologia.

Non si dovrebbe poi rinunciare ai tappeti, che possono divenire un complemento d’arredo importante nello stile industriale soprattutto se parte di una palette complementare al resto dell’ambiente. Ed è importante curare in modo serio l’illuminazione e non solo perché talvolta si ha la fortuna di poter contare su una vera e propria muratura della parete ma perché è possibile, grazie alle caratteristiche dello stile, dare vita ad ambienti eleganti ma al contempo stravaganti. Basta immaginare il risultato dell’inserimento all’interno di una zona giorno, magari sopra il tavolo, di lampadine di dimensioni molto importanti: l’effetto finale non sarà solo gradevole ma anche eclettico.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>