RE:BOOK, il portatutto che predilige il libro

di Gianni Puglisi Commenta

Se cercate un oggetto contenitore semplice e funzionale, ecco a voi  RE:BOOK firmato da dialogue method per Munito. Le idee semplici sono le migliori e le più utili negli ambienti in cui viviamo e infatti questo portatutto è necessario e prezioso in piccoli spazi, sia a casa che in ufficio o in un sala d’attesa.

 

Basta con armadi ingombranti, scaffali, armadietti, comodini e roba che ruba spazio quando lo spazio già non c’è o è molto ridotto. L’alternativa semplice e funzionale è RE: BOOK e offre la possibilità di tenere in ordine le proprie cose senza sacrificare spazio o stile! Particolarmente utile per tenere a portata di mano un buon libro, il design è stato ispirato dall’idea che la libreria è da un’altra parte della casa o forse non c’è proprio!

 

 

In realtà questo oggetto arriva con un tempismo perfetto perché recenti sondaggi dicono che i libri stanno facendo un grande ritorno rispetto alla loro controparte, gli e-book, dati per vincenti! Grazie al suo profilo sottile e funzionale, è ideale per piccole camere da letto, corridoi e altri spazi minimi! Come contenitore ricorda un po’ il vecchio portariviste, ma se me distacca perché gioca in altezza e snellezza occupa pochissimo spazio ed essendo pratico essenziale e multiuso.

 

 

Perfetto in appartamento all’ingresso e, perché no?, pure in cucina, sta benissimo anche in ufficio. Può contenere libri e riviste, pantofole, chiavi, piccoli oggetti e le solite cianfrusaglie che si sparpagliano ovunque, ma anche tablet e smartphone, documenti e ciò che ci va!

RE: BOOK è un’idea tanto semplice quanto pratica dal momento che il contenitore ‘snello’ occupa pochissimo spazio sia al suolo che appeso. Si può avere nei colori rosso vermiglio e grigio; in entrambi i casi la struttura di sostegno è in legno grigio scuro.

 

 

Fonte e foto munito.co.kr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>