Quadri e foto: alternative all’affissione al muro?

di Valentina Cervelli Commenta

Vi possono essere delle alternative valide all’affissione al muro per quadri e foto? Va detto, è una domanda che ci si pone solo nel caso non si abbia molto spazio o si sia persone abbastanza creative ma, messa da parte questa precisazione, si può fare qualcosa in tal senso?

La risposta è ovviamente positiva ma è necessario dare spazio a tutta la propria creatività per affrontare bene questo particolare task e la motivazione è data dal fatto che gli spazi, a prescindere dalle motivazioni che portino a cercare questa alternativa, devono essere ben calcolati e l’effetto generale non essere di una casa troppo piena o disordinata.  Quadri e foto servono per rendere l’abitazione più viva e colorata, per darle un carattere. E gli stessi, a seconda dei soggetti, possono trovare usi e collocazioni diverse rispetto a quelle classiche, soprattutto se si può contare (per ciò che concerne i quadri in particolare, N.d.R.) in ampie metrature.

Un modo forse a metà tra l’hippie e l’hipster di concepire l’arredamento ma che non rischia mai di divenire noioso. Se si hanno quadri di ampia metratura anche l’essere appoggiati al muro o a supporti che consentano di “sistemarli” su un angolo possono offrire un risultato estetico incredibile e se ci si trova per caso a dover sistemare un angolo studio, sfruttare parte della scrivania, se la stessa è appoggiata al muro soprattutto se si hanno collage di foto in una cornice può non esservi il bisogno di dotarsi di chiodi e martello. E’ importante bilanciare in questo caso se si vuole evitare l’affissione e sfruttare soluzioni alternative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>