I nuovi divani Brabbu

di Gianni Puglisi Commenta

Scopriamo i nuovi divani Brabbu, brand di arredamento portoghese noto per le sue creazioni lussuose e raffinate, sempre originali, con imbottiture sontuose non di rado realizzate in tessuti ricchi come il velluto.

Chi ama gli arredi di sapore baroccheggiante, con un affondo nel passato ma un solido radicamento nella contemporaneità, amerà le nuove proposte di Brabbu che ha rinnovato la serie di divani con la nuova linea dedicata al 2016.

Il marchio di design presenta collezioni molto ricche di sedute, vero pezzo forte delle linee in catalogo. Oggi ci concentriamo per l’appunto sui sofa, costruiti per diventare protagonisti della zona living, centro focale dell’ambiente e fulcro dell’attenzione con la loro spiccata personalità.

Per la nuova proposta Brabbu si è ispirato a luoghi emblematici, divinità greche antiche e personaggi storici. Niente è lasciato al caso, tutto è accurato, sin dal concetto che muove l’ispirazione per arrivare all’esecuzione con una grande cura del dettaglio.

Sette i modelli che rinnovano le linee di divani 2016. Si chiamano Bourbon, Como, Dakota, George, Oreas, Plum e Powel. Della serie fanno parte anche sedie, sgabelli e poltrone abbinati nello stile e nelle finiture. In gallery potete scoprire tutti i modelli.

Bourbon trae ispirazione dai Borboni e si rifà ad uno stile e ad un personaggio che è diventato simbolo stesso di tutta un’epoca, Luigi XIV. Como si ispira invece alla città italiana sul lago che è diventata rifugio di molte celebrità hollywoodiane, e non solo. Dakota affonda le sue radici nella cultura amazzonica, il suo nome deriva da una tribù indigena.

Il modello George rende omaggio a George Island, località dell’Antartide dove fu eretta la prima chiesa delle terre ghiacciate. Oreas torna a Sud, precisamente in Grecia, e prnde il suo nome dal dio greco delle montagne. Plum si limita a proporre nel nome il colore del rivestimento, in ecopelle prugna. Powel, invece, trae ispirazione dall’alga nori e dalla cucina giapponese tanto in voga anche in Occidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>