Letto contenitore, i pro e i contro

di Valentina Cervelli Commenta

Il letto contenitore può rivelarsi un ottimo alleato se la propria camera da letto non può contrare su una metratura importante: questo significa che può essere considerato la panacea di tutti i mali in materia di arredamento? Non proprio, o perlomeno non sempre: motivazione per la quale prima di sceglierlo è consigliato analizzarne pro e contro.

I contro del letto contenitore

Uno dei contro più diffusi del letto contenitore è la sua qualità: per essere sicuri che resista alle sollecitazioni e all’usura è necessario acquistarne uno che sia di qualità medio alta e questo significa che difficilmente sarà possibile trovare un prodotto di questa tipologia a basso costo. E questo rappresenta un problema per moltissime persone che necessitano di arredare la propria camera da letto non spendendo tanto e cercando di fare proprie soluzioni capaci di coniugare praticità e piccole dimesioni.

Un altro contro, questa volta relativo e legato sempre a questioni di budget è quello dell’estetica: difficilmente a prezzi contenuti è possibile trovare dei letti contenitori capaci di adattarsi a più stili differenti. Anche in questo caso è necessario spendere di più e puntare su complementi di arredo di fascia medio alta che più facilmente saranno in grado di assicurare la soddisfazione delle esigenze estetiche di chi arreda. Altro problema? La difficoltà di pulizia della struttura.

I pro del letto contenitore

Se i contro legati al letto contenitore sono principalmente quelli espressi fino a questo momento,in realtà i vantaggi dell’uso di questa tipologia di letto sono diversi. Prima di tutto la sua capacità di rendere disponibile dello spazio aggiuntivo nella stanza nel quale conservare qualsiasi cosa: accessori, coperte, vestiti. La sua comformazione consente di poter guadagnare moltissimo spazio grazie allo sfruttamento dello spazio sottostante, mantenendo comunque un facile accesso a qualsiasi cosa vi venga inserita.

Questoi porta al mantenimento dell’ordine della camera da letto che non avrà il problema di biancheria o altri oggetti sparsi in giro per il vano per mancanza di spazio. A questo concetto si accompagna quello dell’igiene. Non bisogna dimenticare infatti che proprio per la struttura del letto contenitore, il vano sottostante è isolato dall’esterno e quindi dalla polvere senza che vi si bisogno di manutenzione di sorta: è comunque suggerita la pulizia della superficie esterna e interna in caso si soffra di particolari allergie come quelle agli acari.

Scegliere un letto contenitore può rivelarsi seriamente la scelta giusta per salvare spazio: l’importante è che prima dell’acquisto si valutino le proprie esigenze con la massima attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>