Lampade Release in cemento e metallo

di Gianni Puglisi Commenta

Le lampade Release sono nuove creazioni di sapore minimalista realizzate con materiali di derivazione industriale applicati agli arredi domestici. Si tratta di cemento e metallo che si sposano insieme ottenendo effetti di grande fascino a dispetto della loro derivazione originariamente tutt’altro che casalinga.

D’altronde il metallo è di certo un materiale consueto dentro le nostre case, meno lo è il cemento che pure negli ultimi anni ha trovato nuove e inattese applicazioni anche per ciò che riguarda i complementi d’arredo e le lampade stesse.

Il cemento in questione è una miscela particolarmente leggera, che ben si presta alla realizzazione di questo genere di accessorio, specialmente quando esso vada appeso al soffitto e debba garantire la sicurezza degli abitanti.

Quel che a prima vista apparirrebbe dunque noioso e grigio, un’idea che siamo abituati ad associare al cemento, risulta qui brioso, originale, addirittura leggero anche visivamente. Ciò è reso possibile dall’intervento del design che sceglie forme accattivanti.

Il minimalismo che caratterizza queste lampade, declinate in diverse varianti, si sposa con l’originalità della forma che da un modulo di partenza cilindrico sembra squarciarsi per lasciar emergere il tocco lucente del metallo e la fonte luminosa stessa.

In questa giustapposizione di consistenze materiche e visive risiede tutto il fascino di una collezione nata per conquistarci a prima vista. Lo scrigno di cemento che custodisce il tesoro della luce diventa simbolico nel momento in cui si apre per lasciarla emergere pura.

In definitiva si tratta di lampade che sanno attingere alla tradizione ma si rivolgono anche con decisione al futuro offrendosi con un aspetto di stampo futuristico e una funzionalità in perfetta consonanza con le esigenze moderne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>