Lampade origami The Perch Light

di Gianni Puglisi Commenta

The Perch Light è il nome della particolare collezione di luci di Umut Yamac, architetto e designer con base a Londra che ha creato queste insolite lampade origami. Uniscono la funzionalità richiesta ad un elemento luminoso alla particolare forma offerta dall’antica tecnica dell’origami, con tutta la tecnologia del presente.

L’origami, quale che sia la forma che assume, ci conquista sempre per la purezza della forma, la sua semplicità ed eleganza. È un dettaglio che si mantiene inalterato anche in queste creazioni che alla tecnica orientale si ispirano direttamente.

L’idea di fondo è quella di creare lampade con forme che richiamano animali esotici, più precisamente uccelli appollaiati su un trespolo. Perch significa infatti proprio trespolo e su di essi le lampade addirittura si muovono ondeggiando come fossero pappagalli vivi, mobili oltre che luminosi.

Indubbiamente la forma è assai originale, non tanto versatile quanto una proposta luminosa dal gusto più minimalista. È altrettanto indubbio che si tratta di una creazione di carattere, capace di farsi notare, adatta soprattutto alle zone aperte che si fruiscono durante la bella stagione. Purché riparate, s’intende, perché la struttura è in carta sintetica, fragile e delicata quanto la carta che si utilizza effettivamente per l’origami tradizionale.

Le luci si possono utilizzare singolarmente oppure in gruppo, creando una serie disposta sull’unico trespolo condiviso da diversi elementi luminosi. La prima idea di questa collezione risale al 2014, il designer l’aveva realizzata come speciale edizione limitata. In occasione dell’ultimo Salone del Mobile di Milano, però, è stata annunciata una nuova linea di lampade origami realizzate in collaborazione con il marchio Moori che le commercializzerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>