Lampade a forma di fungo di Yukio Takano

di Gianni Puglisi Commenta

Il designer giapponese Yukio Takano firma una inattesa collezione di lampade a forma di fungo che richiamano subito scenari fiabeschi. Impossibile non pensare ad un bosco incantato abitato da fate e gnomi vendendo questo fantastiche creazioni.

La luce è il materiale che meglio di altri si presta ad essere plasmato, manipolato e messo al servizio della fantasia. Accade anche nel caso di queste lampade tanto particolari dove in luogo dei paralumi ci sono i cappelli dei funghi del bosco.

Ovviamente i funghetti crescono su alberi, tronchi e muschi perfettamente riprodotti dall’artista che ha deciso di ambientare le sue lampade per restituire un effetto finale molto realistico, benché appartenente senza dubbio al mondo delle favole per l’ispirazione che dà loro vita.

Nonostante questa apparenza così naturale, però, non si trascura l’aspetto tecnologico. I punti luce sono alimentati a led per dare il massimo della luminosità ma anche una lunga durata e un più basso impatto ambientale visto che le luci a led consumano pochissimo.

Le lampadine sono alimentate con batterie integrate nella struttura di base, quasi sempre in forma di tronco e con un interruttore a contrasto molto ben visibile, dall’aria quasi retro e volutamente a contrasto con l’atmosfera naturale dell’insieme.

Ciascuna struttura presenta un numero variabile di funghi, di forma e altezza diverse oltre che in vari colori, anche in sfumature che creano effetti luminosi sempre molto particolari. Ci sembrano un’idea perfetta per la camera dei bambini ma sapranno dare il meglio di sé anche in ambienti pubblici a tema, per esempio in una libreria per bambini, in una ludoteca o in un asilo. Tuttavia sapranno dare soddisfazione anche agli adulti che vogliono credere ancora nella magia delle fiabe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>