Japandi, mix tra stile giapponese e scandinavo

di Valentina Cervelli Commenta

Il Japandi è uno stile davvero particolare che unisce quello giapponese a quello scandinavo. Una scelta che punta alla leggerezza e che sembra essere tra le preferite della generazione Z per poter raggiungere un minimalismo importante ma comodo.

Japandi stile minimalista e particolare

A un primo pensiero potrebbero essere intesi come due modi differenti di arredare la casa quando in realtà hanno dei punti in comune molto interessanti. Ed è per questo che il Japandi è uno stile che funziona e che fa tendenza. Non è solo un fattore di estetica ma di funzionalità applicata all’abitazione.

Attenzione verso il design e l’interior decoration ma anche per quel che concerne l’uso proprio della casa.  Grazie alla pandemia di coronavirus le persone hanno dovuto fare i conti con abitazioni belle ma non adatte nel rendere vivibile per tutti una situazione di lockdown. Si è scoperto come avere dei mobili funzionali e degli spazi vivibili appieno fosse più importante di una estetica al top.

Il bello di tendenze di arredamento come il Japandi è la loro capacità di essere di supporto reale a chi la casa la vive. Uno dei fattori più interessanti è senza dubbio l’uso dei materiali: il legno ovviamente la fa da padrona. E come lo stile scandinavo vuole, quasi sempre in colori chiari per poter sfruttare la luminosità naturale e ampliarla. Il legno scuro può essere comunque protagonista, se correttamente abbinato. L’importante è che possa esprimersi nelle sue sfumature naturali, non verniciato.

Anche tessuti e materiali naturali

Anche la juta e il lino sono tra i protagonisti del Japandi: tessuti in grado di prendersi il loro spazio senza diventare pesanti. Come lo stile giapponese vuole, altri materiali naturali come il vimini e il bambù trovano il loro spazio. Insieme ai diffusori di carta per le lampade che la tradizione orientale da sempre utilizza.

Parlando di colori, la palette dello stile Japandi è quella legata ai toni naturali, ma va sottolineato che non ci sono restrizioni particolari per quel che concerne i colori, soprattutto negli accessori, se si vuole dare più spazio ai cenni orientali dello stile. I toni neutri sono quelli più sfruttati come il grigio e il beige, ma qualsiasi colore nella sua accezione pastello più chiaro può trovare ampio coinvolgimento. Verde e blu, per la loro freddezza sono quelli che vengono utilizzati nella loro purezza.

Il Japandi? È uno stile semplice e minimalista che unisce li lati migliori del giapponese e dello scandinavo. L’effetto finale è leggero ed elegante, con grande funzionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>