Frigorifero americano in cucina, si o no?

di Valentina Cervelli Commenta

Frigorifero americano in cucina, si o no? Questo specifico elettrodomestico è uno di quelli che sempre di più attirano l’attenzione di coloro che sono intenzionati a ristrutturare o arredare una cucina. La capienza, la tecnologia… ma sono davvero adatti a tutti?

Non si deve dimenticare che si parla di un frigo di grandi dimensioni, a due o quattro porte: questo essenzialmente significa che per un single difficilmente sarà consigliato un simile acquisto a meno che non lo impongano scelte stilistiche o lo stesso non ami fare scorte in anticipo per tutto il mese. Nel nostro paese è ormai diventato una moda più che altro, comoda ed utile in alcuni casi. Esteticamente è una scelta di quelle che lasciano il segno, ma è importante, proprio per la sua composizione, tenere da conto delle dimensioni.

Il frigorifero side by side, questo il suo nome tecnico, teoricamente nasce per rispondere a specifiche esigenze legate allo spazio, alla capienza, al tipo di conversazione e anche alle abitudini famigliari. Non è piccolo, quindi vi è bisogno di prendere bene le misure in modo tale da rendere agevole il suo uso. E conviene davvero solo se si ha una famiglia numerosa e di conseguenza vi è la necessità di fare scorta di alimenti. Essi sono caratterizzati da due porte poste una accanto all’altra: da una parte vi è il vano frigo e dall’altra il freezer.

Sono adatti a tutti? No. Ma è comprensibile, in termini di arredamento, essere spinti verso di loro. Un unico consiglio prima dell’acquisto: bisogna pensarci bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>