Cucina country, cosa non deve mancare

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare una cucina country può rivelarsi un’esperienza davvero soddisfacente per tutti coloro che amano un arredamento semplice ma di stile allo stesso tempo, caldo e genuino: vediamo insieme cosa non deve proprio mancare.

Inutile dire che il legno deve essere protagonista, dando spazio ai colori pastello, al verde menta, al cotto ed alle ceramiche. Lo stile country, nella sua composizione assomiglia molto allo shabby chic: niente è davvero casuale, soprattutto quando si scelgono gli utensili da utilizzare e gli accessori da esibire. Qualsiasi designer suggerirà di inserire all’interno della cucina tante tazze e tazzine differenti e contenitori di latta dai diversi scopi. E che dire delle piattaie di legno? Tutto deve essere scelto per esprimere calore e diversità.

Questo significa automaticamente rigettare anche la semplice idea di mobili componibili e modulari, mentre si può avere via libera sulla scelta di piano di appoggio e pensili i legno diversi da abbinare per colore e capaci di rendere la cucina country unica nel suo genere. In fin dei conti parliamo di uno stile che ama molto le imperfezioni e questo si traduce anche nella scelta di mobili vintage, magari ripescati ad un mercatino delle pulci.

Qualcosa che non deve mai mancare? Erbe aromatiche e piante come la lavanda, non solo perfette per arredare ma anche ottime per profumare la cucina. E per completare il tutto, fornelli e forno stile vintage: la ghisa rappresenta il metallo per eccellenza in grado di rendere uno stile antico ma al contempo attuale, regalando alla cucina country quel tocco estetico in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>