Come vendere online i propri mobili

di Valentina Cervelli Commenta

Quando si vuole cambiare arredamento si prende in considerazione anche l’idea di guadagnar sul proprio mobilio se ancora in buone condizioni-. E’ qui che parte la vera domanda: come vendere online i propri mobili e reinvestire quindi in modo ottimale? Vediamo come regolarci.

Cosa fare per vendere i mobili

Se si decide di vendere i propri mobili a terzi, la prima cosa da fare è agire il più possibile sui segni dell’usura del complemento  e questo significa effettuare una importante pulizia dello stesso. Ovviamente nessun acquirente si sentirà attratto da un mobile che risulterà essere impolverato o peggio ancora sporco: ragione per la quale è necessario munirsi di uno straccio e di un detergente adeguato e pulire tutto.

E dato che l’immagine è l’anima del commercio, non si può contare solo sulla descrizione del mobilio che si intende mettere in vendita: è necessario anche fare delle fotografie che possano essere allegate all’annuncio in modo tale che coloro che ricercano un qualsiasi complemento possano perlomeno capire se si tratti di qualcosa adatto alle loro esigenze. Quando si scattano le foto è importante valutare la ripresa del mobile da diversi punti di vista, in modo tale che possa essere offerta al possibile acquirente la chance di osservare con attenzione il mobile ed essere spinti all’acquisto.

E’ importante fotografare ogni mobile che si vuole vendere da solo, a meno che non si mettano in vendita dei veri e propri set, su ogni lato e mettendo in evidenza quelli che sono i pregi e anche i difetti del mobile: l’illuminazione deve consentire una analisi veritiera delle condizioni del complemento d’arredo.

Metodo di pagamento sicuro per transazioni

Una volta eseguito quella che può essere considerata la parte pratica e iniziale dell’intero atto è necessario stabilire il prezzo di vendita del mobile usato. Esso non deve essere né troppo alto, né troppo basso: deve essere eseguita una valutazione giusta, magari dando un occhiata su portali specializzati in rete. Tecnicamente si dovrebbe rimanere sul 30-40% del prezzo del mobile nuovo.

E si dovrebbe stabilire il metodo di pagamento più adeguato: se la consegna o il ritiro del mobile avvengono di persona si può anche valutare il pagamento in contanti: altrimenti è consigliato, per la vendita di mobili usati online (al pari di altri beni, N.d.R.) eseguire la trasazione tramite Paypal che consente di gestire in modo ottimale qualsiasi controversia.

Per il resto basterà scegliere uno dei tanti siti, più o meno specializzati, che consentono di vendere mobili usati all’interno del loro portale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>