Come arredare il giardino: gli stili principali

di Valentina Cervelli Commenta

Ci si può ispirare ad alcuni stili ben definiti se si vuole arredare il giardino e farlo con una certa classe: ovviamente è possibile dare vita a molte idee personali ma rimanere vicini a determinate impostazioni dello spazio verde può aiutare ad ottenere risultati perfetti sotto ogni punto di vista.

Stile mediterraneo e provenzale

Uno degli stili ai quali ci si dovrebbe ispirare, per ciò che concerne la progettazione di un giardino, è lo stile mediterraneo. E’ uno dei più naturali, a tal punto che quasi sembra disordinato a un primo sguardo, come se fossero stati messi insieme degli elementi casuali: in realtà non è così, si punta infatti a cercare un equilibrio perfetto con gli elementi che si hanno a disposizione. In un giardino in stile mediterraneo non devono mancare le erbe aromatiche (in particolare rosmarino, basilico e menta, N.d.R.) e degli accessi d’acqua e quindi piccole fontane che soprattutto di estate diventano non solo rilevanti dal punto di vista estetico ma anche funzionali.  I colori che dovranno spiccare sono quelli delle piante e il marrone della terracotta in accessori o decorazioni, soprattutto se si ha a disposizione un portico dove appendere le cose.

Altro stile per arredare il giardino ottenendo risultati importanti è quello provenzale: esso prevede l’utilizzo di fiori come l’iris e la lavanda, il glicine e le rose, preferibilmente a ricoprire un pergolato, ottenendo un effetto coreografico importante specialmente nelle stagioni calde. Il consiglio è quello di puntare sul legno di colore bianco o marrone, in modo da creare un contrasto soprattutto per ciò che riguarda le sedute. Anche terracotta e ferro battuto possono essere impiegate in questo stile senza perdere quel tocco francese di eleganza.

Stile inglese e minimal

I primi due stili possono essere considerati essenzialmente sfarzosi rispetto a quello minimal che senza dubbio fa suo il motto de “l’essenziale è invisibile agli occhi“: qualcuno potrebbe percepirlo come vuoto anche se nella realtà non lo è.  Si tratta semplicemente di uno stile che punta a gestire gli spazi in modo ordinato senza troppi orpelli e decorazioni. Ovviamente in questo caso tutto sarà essenziale, a partire dall’arredamento: vi saranno solo sedie e tavolo, magari neri o bianchi o tutt’al più grigi. Il fine ultimo è quello di ottenere una zona verde sobria e ricercata con piante che aiutino a mantenere tale lo spazio.

Infine, ma non per importanza, quando si vuole arredare un giardino si potrebbe usare come base di partenza lo stile inglese, che nella sua semplice pienezza trova eleganza attraverso l’uso di mobili in laccato e in legno e vimini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>